E tu come ti sei sentita diventando mamma?

Diventare mamma è un viaggio lungo e profondo, intenso, interno, intimo. Ti cambia dentro e fuori.

Ti mette a confronto con la responsabilità, le aspettative, la realtà, la paura, ti porta verso un amore che non pensavi di poter conoscere, contenere, incontrare, e con l’assoluto bisogno di rallentare, mentre tutto intorno scorre velocemente.

Non stai al passo. Tu che andavi sempre spedita. 
Sei stanca. Tu che andavi sempre di corsa.
Sei distratta. Tu che non ti dimenticavi mai niente.

A volte ti sembra che intorno tutto si muova mentre tu rimani ferma, mentre aspetti e non sai cosa aspettarti, mentre acceleri e ti scontri con i tempi dei bimbi, tempi lenti, fatti di attese, ritmi lunghi, scanditi per poco e di nuovo incostanti.

A volte sei stanca, a volte ti chiedi se sei all’altezza, altrettante volte stringi il tuo pancione, stringi il tuo bambino e ti accorgi che non hai bisogno di nient’altro. E poi di nuovo, hai bisogno di aria, di tempo, di un ritmo, e di non avere confini.

Sei distratta, perchè mentre stai lavorando il tuo bambino si fa sentire nella tua pancia, e ti fermi fantasticando. Sei distratta perchè mentre fai la spesa stai pensando alle mille cose che dovrai fare appena entrerai in casa e sai che appena varcherai la soglia ci sarà un gran bisogno della tua presenza.

E vai a letto spesso con la sensazione di essere rimasta un po’ indietro, con le cose da fare, con i tuoi pensieri, con le mille idee e i tuoi sogni.

E’ un tempo incostante, lento, trasformativo.

20190518_221148Ma la magia, la magia dei calcetti nella tua pancia, la magia di quegli occhioni che ti fissano innamorati, la bocchina che sa di latte, la testolina con quel profumo inebriante, gli abbracci quando rientri in casa. L’abbandono del loro corpicino sul tuo mentre fanno la nanna… vale tutto. Vale infinitamente tutto. Vale l’attesa, la fatica, la stanchezza, il tuo corpo che è cambiato. Le tue relazioni che sono cambiate.

Sono mamma di due bambini, che hanno rivoluzionato la mia vita dandomi la forza e il coraggio di essere chi sono, di inseguire i miei sogni e ripartire da zero, anche lavorativamente. 
La cosa più importante per me, per il mio essere mamma, è stato il supporto e la condivisione con altre mamme. Nel mio lavoro porto questo: creo un luogo di incontro da mamma a mamma, che sia fisico o virtuale.

Condividere la maternità con le altre mamme, la potenza del processo, la bellezza dello stare insieme, supportarsi e sostenersi, allevia la fatica.INSIEME tutto diventa più semplice.

INSIEME l’attesa è più dolce. INSIEME la paura diminuisce. INSIEME i sorrisi aumentano! E se i sorrisi aumentano per le mamme… 
non possono che esserci tanti sorrisi sdentati intorno!

55453623_439482480124998_2888325902666563584_o

Federica Ometti – mamma di Micol e Thomas, operatrice olistica materno infantile e consulente babywearing

Pubblicato in: Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *