Il Reiki: l’inizio del mio cambiamento

Se ti è capitato di leggere la mia formazione , sai già di quanto l’incontro con questa pratica di guarigione naturale, mi abbia cambiato la vita.

In questo post, ti ho raccontato del suo dono di equilibrio e ti ho spiegato di cosa si tratta.

Oggi, invece, voglio raccontartelo attraverso la mia storia.

Per me è stato il primo gradino di una lunga scala che sto ancora percorrendo, uno scalino alla volta, e che non so dove mi porterà, ma il primo vero gradino verso una consapevolezza diversa, verso la nuova Me.

La prima a parlarmene è stata mia madre nel 2009, lei che ha combattuto tanti anni contro il tumore, e che stava cercando una via diversa, terminate tutte le cure mediche efficaci a disposizione e considerata terminale.

Mia madre è mancata nel dicembre 2012, ben oltre tutte le aspettative mediche, affiancando i trattamenti Reiki alle chemio e radioterapie.  Oltre ad essere trattata con costanza, oltre alla meditazione e ad altre tecniche di guarigione naturale, decise di diventare operatrice Reiki, fino a prendere il secondo livello.

Il mio primo trattamento, ancora scettica, l’ho ricevuto da mia madre.

Lei che era sempre stata una donna tutta d’un pezzo, senza troppi grilli per la testa, e che in poco tempo stava cambiando così velocemente. Non so se sia stato il Reiki o il contatto che questa pratica ti porta ad avete con te stesso, ma è cambiata così profondamente negli ultimi due anni, da mettere in discussione tutto e ritrovarsi a dirmi che nonostante la malattia erano gli anni più belli della sua vita, quelli in cui aveva vissuto davvero.

Sono diventata operatrice Reiki nel 2014, e secondo livello nel 2015 e Master nel 2017,  in un ciclo bellissimo iniziato concluso con mio marito, e grazie a Tiziana, la stessa Master di mia madre, una figura importantissima per me, una guida, una mamma.

È una pratica che sento nel cuore. Ci sono legata. Non ho bisogno più di chiedermi il perché o il percome, non ho bisogno di una prova scientifica per sapere quanto bene mi fa riceverlo e donarlo. È come se una parte di me sapesse che mi è stato tramandato da mia madre in tutte quelle volte che l’ho ricevuto da lei e che l’unica cosa di cui ho bisogno quando faccio un trattamento è affidarmi, semplicemente sentire e avere fiducia. Rimanere in ascolto.

Se vuoi saperne di più, semplicemente contattami !

brigitte-tohm-69300

Che cos è il Reiki?

‘Per oggi, non ti preoccupare.
Per oggi, non ti arrabbiare,
Onora i genitori, i Maestri, gli Anziani.
Guadagna da vivere onestamente.
Mostra gratitudine a tutti gli esseri viventi.’
I 5 principi del Reiki

giulia-bertelli-94235

Una delle domande che mi vengono poste più spesso è proprio: che cos’è il Reiki???
Domanda assolutamente legittima, che mi ricorda della prima volta in cui anch’io ho sentito nominare questa pratica chiedendomi tra me e me: Reiki che???

Se ti stai ponendo anche tu questa domanda, questo post fa per te.

La verità pura e semplice però, è che per capire veramente di cosa si tratta dovresti provarlo.

E’ davvero difficile spiegarlo a parole, la vera essenza del Reiki si coglie solo con l’esperienza, solo con la pratica è possibile percepirne davvero il significato, il concetto più ampio.

Reiki è una parola giapponese che si compone di due sillabe: il Ki è l’energia che pervade ogni forma di vita nell’Universo, mentre Rei rappresenta la qualità del Ki, significa ‘universale‘.

Il significato del termine Reiki è infatti Energia Universale.

Si tratta di un metodo di guarigione semplice e naturale che si trasmette tramite l’imposizione delle mani. Il Reikista, iniziato a questa pratica antica, diventa un canale, funge da tramite tra l’energia cosmica, il prana universale e il ricevente, consentendo a questa Energia Vitale Universale di scorrere attraverso di lui, per giungere dove è più necessaria.

Si tratta di un’energia intelligente, agisce sui nostri chakra, dove ce n’è più bisogno, su un piano fisico, mentale ed energetico.

Nel Reiki non esistono regole ferree e dogmi, non appartiene a nessuna religione.Semplicemente, una volta ricevuta “l’apertura” dei canali attraverso cui l’energia scorre, ciascuno è in grado di trarre ciò che è pronto a percepire.

Il Reiki si rivolge a tutti, uomini e donne, in ogni fase della vita.

Sul mio blog ti racconto la mia esperienza, cosa ha significato per me, cosa significa tutt’ora e come sono diventata Master Reiki.  Clicca qui.

Contattami per informazioni, sarò lieta di rispondere a tutte le tue domande!