Menu Chiudi

APP PER LA GESTIONE DEL TEMPO: SERVONO DAVVERO?

app-gestione-tempo

Se stai lavorando anche tu all’organizzazione delle tue attività professionali, ma anche personali, potresti pensare di utilizzare delle app per la gestione del tempo. Infatti, per organizzare al meglio una routine di lavoro, il tempo è una delle variabili che, se ben sfruttato, fa davvero la differenza.

Gestire il tempo vuol dire non solo organizzarlo al meglio, ma anche rendersi conto di quello che hai realmente a disposizione. Il credo che non è sufficiente, devi sapere esattamente che tempo hai prima di capire come gestirlo. Non credi anche tu?

3 App per la gestione del tempo

La gestione del tempo professionale, che tu sia una libera professionista o anche una mamma che lavora, è una delle tematiche più interessanti e dibattute, in quanto determinante non solo a fini organizzativi ma anche di serenità. Si, perché essere consapevoli, ci aiuta anche a non soffrire di quell’antipatica sensazione del “faccio mille cose ma non so bene cosa sto facendo”. Ci siamo passate tutte, ed ecco perché tutto quello che possiamo attuare, una volta tenuta traccia delle nostre attività, si rivelerà fondamentale.

Abbiamo bisogno di aiuto per delineare un percorso efficiente e funzionale, ecco perché le app per la gestione del tempo, o i software online, sono sempre più diffusi.

Parliamoci chiaro, a maggior ragione se sei mamma e pure freelance, devi assolutamente centellinare e dividere ogni momento che hai: perché credimi se ci riesci, scoprirai di avere anche tempo per te ( e non è male, vero?), oltre che per lavorare in serenità e godere dei tuoi bambini.

1 Misurare il tempo con Toggl

Misurare il tempo è la prima cosa che devi fare: solo tracciandolo attentamente ti renderai conto che il tuo “ci metto 10 minuti a fare questa cosa” in realtà vuol dire 40 minuti e forse più. Scommetto che resterai stupita di come la tua percezione possa rivelarsi errata. App per smartphone con iOS o Android, ma anche da desktop e pc, Toggl è lo strumento ideale per cronometrare le tue attività.

Disponibile nella versione gratuita, ti permette di creare cartelle e progetti, attività diverse e procedere alla misurazione effettiva delle tempistiche correlate, di scaricare i dati ed analizzare i risultati. È disponibile anche in una versione Pro, ancora più performante, anche se direi che già la free è assolutamente utilissima.

app-per-la-gestione-del-tempo
Il tempo è denaro?

2 Organizzare gli appuntamenti con Google Calendar

Altra app per la gestione del tempo che non puoi non utilizzare è Google Calendar: che, altro non è, se non il calendario di Google su cui possiamo annotare i nostri appuntamenti. Con Calendar hai modo di:

  • avere sempre sotto controllo le tue attività, sia settimanali che mensili, direttamente da smartphone ( o pc)
  • mettere promemoria per la tua to do list giornaliera
  • organizzare le attività di team
  • creare etichette colorate per dividere le attività (anche professionali e personali ad esempio)

Il tutto, come sempre, in modalità gratuita, potendo anche integrare e sincronizzare l’attività con altri programmi (ad esempio Outlook, riunioni Zoom e inviti ecc.). Insomma, una miniera di attività pianificate facilmente a portata di telefono.

3 Pianificare le to do list con Trello

Altra app gratuita davvero di grande aiuto per la gestione del tempo e la creazione di to do list (scopri come creare una to do liste efficace) è Trello. Da quando l’ho scoperta, non l’ho più lasciata: semplice da utilizzare e visivamente immediata. Trello è praticamente una bacheca virtuale, con tanti post it appesi, che puoi spostare ed eliminare a seconda delle necessità. Anche qui puoi usufruire di un’app gratuita ma molto utile e funzionale: puoi creare etichette, promemoria, e condividere la tua bacheca con il team.

Con Trello puoi creare delle task per ogni progetto, e quindi dividere l’attività in tante macro aree, in modo tale da inserire piccoli obiettivi raggiungibili fino ad arrivare all’obiettivo primario.

La migliore app non è un’app

Non sempre la migliore strategia che puoi utilizzare è tecnologica, potresti combinare l’utilizzo di app. alla buona vecchia carta:

  • planner mensile con le attività (ti basta un foglio A4, in modo tale da ragionare sul lungo periodo per verificare cosa riesci a gestire)
  • lavagna su cui annoti le cose ultimate in giornata: averle sempre visibili sarà sicuramente di aiuto
  • lista di attività personali su un’agenda a parte
  • post it (per me in quantità industriale) come supporto a modifiche e commenti, perché quando qualcosa non funziona meglio modificarla subito
to-do-list

Prima delle APP pensa in modo strategico

Oltre alle app che ti ho già elencato, ce ne sono davvero molte altre, e le vedremo insieme nei prossimi post blog, insieme a tante altre risorse gratuite che ti consiglieremo. Ma, prima di tutto, ricorda che dovresti sempre agire pensando anche alla tua strategia (contattami per un parere professionale sul tuo business).

Il lavoro della freelance comporta indubbiamente molti vantaggi, ma quando sei il capo di te stesso, e magari hai un obiettivo di crescita e successo economico, non puoi agire solo di pancia.

Per questo l’organizzazione del tempo, con app annesse, è un pilastro da cui iniziare a ragionare in modo professionale alla tua attività.

Pronta a fare il salto da freelance a libera?