Le app per la gestione dei soldi funzionano davvero, ma solo se hai un piano!

app-gestione-denaro
app-gestione-denaro

Le app per la gestione dei soldi funzionano davvero, ma solo se hai un piano!

Stampa e leggi dopo
Argomenti dell'articolo

Ho faticato tanto per capire come tenere sotto controllo le mie finanze da libera professionista. Dammi creatività, dammi parole, dammi immagini e posso spaccare il mondo, ma lasciami a gestire numeri, fatture, e conti, e non rispondo più di me. Così, non solo ho scelto di delegare alcune parti importanti del mio lavoro (fatturazione in primis), ma nel mio quotidiano mi aiuto, oltre che con un magico file Excel (per me, vecchia scuola, sempre molto utile), con le app per la gestione dei soldi!

Ti chiedi anche tu se le app per la gestione dei soldi servano davvero? La risposta è sì, nella misura in cui tu abbia un piano a monte, che ti consenta di tenere sotto controllo il tuo bilancio economico a fronte di una strategia mirata.

A cosa servono le app per la gestione dei soldi?

Lo dice la parola stessa: le app per la gestione dei soldi, servono appunto per gestire denaro in maniera semplice e immediata. Ti permettono di vedere a che punto sei con entrate e uscite, e ti aiutano quindi nella gestione economica della tua attività professionale ( o personale, o entrambe!).

Il denaro, per quanto si voglia demonizzarlo, annientarlo o vederlo come un qualcosa di negativo, è uno strumento molto importante nella nostra vita, ed è bellissimo anelare anche al successo economico (basta tabù). Può essere causa di infelicità, certo, o rendendoci schiavi nelle scelte di vita, ma può anche essere vissuto semplicemente come mezzo di scambio, accesso ad altri obiettivi, e anche soddisfazione personale. 

app-per-la-gestione-dei-soldi

Nel mare magnum in cui le libere professioniste navigano quotidianamente a braccio, non devono dimenticare di porre l’attenzione anche sul fattore economico ( e lo dico per esperienza), perché la crescita professionale passa anche da lì (guadagnare bene è una conquista possibile, a patto di lavorare duro, come ci insegna anche La coach olistica). 

Il digitale ci aiuta

Che sia per un bilancio professionale o famigliare il mondo tecnologico e digitale può venirci incontro con tante applicazioni da scaricare gratuitamente sul proprio smartphone. 

Potrei dirti basta foglietti volanti, perché innanzitutto, avere un’app per la gestione dei soldi, che ti può aiutare a sapere cosa stai spendendo, e pure cosa stai risparmiando, è una questione pratica. Ma puoi abbinare foglietti e app!

Un’applicazione, di fatto, ti permetterà di avere a portata di mano in ogni momento, il tuo bilancio economico. A casa, in coda alla posta o mentre stai viaggiando per raggiungere nuove opportunità di lavoro.

Bando alle chiacchiere perché alla fine il tempo è denaro! Se tu sapessi da quanto tempo volevo scriverlo!

Senza strategia? L’app vola via!

Ok, scusa la rima, ma la verità è che anche stavolta non puoi letteralmente fare i conti senza l’oste. Devi avere un piano strategico anche economico.

fare-soldi

Per questo, prima ancora di scaricare le app. è necessario fare il punto della situazione:

  • avere una strategia scritta e chiara;
  • ragionare sui costi dei tuoi servizi;
  • sul valore economico del tuo tempo;
  • su eventuali spese (tool; delega, ecc.);
  • avere proiezioni di guadagno nel tempo;
  • definire obiettivi economici.

Lo hai già fatto, vero? Se ti senti sopraffatta, e cerchi un supporto reale e tanto pratico, scegli i percorsi di coaching e i servizi più adatti alle tue esigenze!

Come dovrebbero essere le app?

Prima di rivolgere l’attenzione nei confronti dello strumento digitale adatto a gestire il nostro business è bene tenere a mente alcune caratteristiche essenziali per scegliere l’applicazione che farà al caso nostro. Dovremo così tenere d’occhio che sia:

  • Pratica. È inutile cercare applicazioni, scaricarne alcune e scoprire poi che non fanno al caso nostro in quanto non portano a ciò che cerchiamo. Essendo un software che deve dare un certo risultato, è molto importante fin da subito che ricopra questa richiesta. 
  • Facile ed intuitiva. Un’applicazione deve riuscire a non farci perdere tempo, e soprattutto, permetterci di poter gestire il denaro senza avere nessuna specializzazione in economia o finanza. 
  • Precisa. Abbiamo bisogno di affidarci a un amico che sa fare i conti e dirci dove andiamo a sbagliare o a fare le scelte giuste in quanto non è il nostro campo principale;
  • Deve avere un’interfaccia accattivante e allo stesso tempo semplice da consultare.
successo-economico-tasche-vuote

Le app non sostituiscono i professionisti!

Attenzione, però che queste applicazioni non sostituiranno il passaggio con il proprio commercialista, che rimane il professionista a cui rivolgersi per ogni dubbio e chiarimento, e per ogni problematica di gestione del denaro (o anche consulenti finanziari). Servono soprattutto a noi, per gestire le proprie entrate ed uscite, dandoci così innumerevoli possibilità di virare la rotta laddove notiamo che stiamo sbagliando strada. 

Certo, poi devo dire che le app per la gestione dei soldi non fanno miracoli, devi essere tu in primis ad organizzare al meglio le tue finanze. E ricordarti anche di consultarle, se non le guardi mai, mai saprai (e anche qui, ehm, parlo per esperienza personale). Non facciamo come per la to-do list (come faccio una to do list efficace?) ben compilata, che poi non guardi mai.

5 app per gestire meglio il tuo denaro!

Premetto che non le uso tutte, eh! Ma le ho cercate ed elencate appositamente per te. Poi ovviamente ne troverai tu stessa tantissime in app. store, trova la tua preferita. Anche perché non valutiamo tutto con gli stessi criteri, non diamo tutte importanza agli stessi dettagli e non ci sentiamo a nostro agio con le stesse cose.

1 Monefy

La prima applicazione per smartphone che mi sovviene consigliarvi è Monefy, focalizzata essenzialmente sulla gestione famigliare, ma è talmente ben realizzata da entrare di diritto tra le preferite di una lunga lista. 

Se cerchiamo una applicazione che sia intuitiva, per nulla complicata e allo stesso tempo precisa nella gestione del denaro, Monefy è quella che farà proprio per noi. Gli sviluppatori descrivono questa app come un diario personale da tenere sempre a portata di mano, ed è quello di cui alla fine abbiamo bisogno nella nostra quotidianità. Ricordi le tre parole chiave? Ecco Monefy è pratica, facile da usare e soprattutto si presenta con un‘interfaccia grafica molto accattivante. 

2 Goodbudget

Goodbudget è la seconda applicazione che mi sovviene da consigliarti. Ha un nome molto importante ed è stata collocata nelle riviste economiche come la più popolare in materia di finanza, ma questo non deve portarci ad escludere l’utilizzo.

Presenta alcune opzioni che possono fare al caso nostro come:

  • la possibilità di inserire mensilmente un limite di spesa a cui non si può scappare;
  • condividere il bilancio con altre persone facenti parte del team di lavoro o famigliari.
app-soldi-freelance

In questo caso possiamo dire che interfaccia accattivante e precisione sono parte integrante di questa applicazione rivolta a un pubblico decisamente molto attento nella gestione del denaro, e in un certo senso anche già educato a farlo. 

3 Expensify

La terza applicazione che vorrei consigliarvi è in grado di utilizzare appieno gli strumenti messi a disposizione degli smartphone e in particolare la presenza della telecamera. Expensify utilizza la tecnologia smart cam che permette all’utente di scannerizzare direttamente scontrini, fatture e tutta la documentazione fiscale. Il programma automaticamente pensa ad inserire ogni dato nell’apposito spazio di gestione del budget. 

Interfaccia molto accattivante e soprattutto semplice, Expensify è adatta a chi vorrebbe una gestione del denaro che faccia risparmiare anche il proprio tempo (la gestione del tempo è fondamentale se sei libera professionista). Unica pecca è la mancanza dell’italiano tra le lingue disponibili, ma sappiamo che la tecnologia si evolve facilmente, e che nel momento in cui sto scrivendo, probabilmente sarà in arrivo una versione aggiornata. 

4 Expense Manager

Quarta applicazione che consiglio è Expense Manager gratuita oltre che scaricabile solo per i modelli che portano Android come sistema operativo, ed è considerata la più facile di tutte quelle provate.

Non a caso si tratta di un formato molto simile a un file Excel, e questa sua particolarità potrebbe apparirci come inutile, ma in realtà è la più usata da chi vuole gestire il proprio denaro con facilità e precisione. Nella versione propriamente gratuita, gli strumenti a disposizione sono quelli di divisione della gestione del denaro in bilancio settimanale, mensile ed annuale. Inoltre c’è la possibilità di avere account multipli, e una pianificazione dettagliata dei pagamenti grazie alla possibilità di scaricare copia degli scontrini. L’utilizzo dell’aggettivo “manager” dopo il nome del prodotto è stato voluto dagli sviluppatori  in quanto questa applicazione è adatta anche a chi gestisce una società con dipendenti, collaboratori. 

5 Loot- Il Salvadanaio

Ultima ma non meno importante, il programma denominato Loot – il Salvadanaio. Ahimè, è un’applicazione che gira solamente per iPhone e sistemi operativi iOS (ed è un vero peccato). 

Eh sì, perché l’idea di fondo è veramente carina. Consiste nell’avere sul proprio smartphone un barattolo in 3D dove poter personalizzare un obiettivo da raggiungere, in base all’importo che ci siamo prefissate. La possibilità di cambiare la grafica del barattolo e dare uno step con notifica personalizzata al raggiungimento dell’obiettivo che può essere settimanale, mensile o annuale è a mio parere quello che attira di più in questa applicazione. Abbiamo visto che l’occhio vuole la sua parte, e in questo, direi che Loot fa al caso nostro.

successo-denaro

App per la gestione dei soldi solo se…

La gestione del denaro è un argomento che tocca ognuna di noi in modo intimo e differente. Parlarne è il primo grande passo per poter affrontare con la giusta serenità ogni scelta che la libera professione ti metterà davanti (come delegare, porre dei limiti o uscire dalla propria comfort zone).

Ma ricorda che saranno valide solo se avrai strutturato prima delle fondamenta, altrimenti sarà un lavoro infruttuoso.

E tu come sei messa con la gestione pratica e strategica del denaro? Quali azioni ti rendono poco sicura e quali trovi invece facili da portare avanti? 

Stampa e leggi dopo
Argomenti dell'articolo

leggi anche